La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 22 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La banca delle terre agricole

La Guida - La banca delle terre agricole

Cuneo – Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha presentato la “Banca delle Terre Agricole”: il progetto di mappatura dei terreni previsto dal Collegato Agricolo e realizzato dall’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (Ismea). Obiettivo? Consentire a tutti, ma in particolare ai giovani, di reperire su Internet le aree pubbliche incolte e messe in vendita, valorizzando il patrimonio fondiario dello Stato e incentivando il ricambio generazionale nel settore. La mappa completa è consultabile, in seguito alla registrazione, sul sito www.ismea.it “Partiamo, dopo anni di attesa – sottolinea il viceministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Andrea Olivero – con i primi 8.000 ettari di proprietà di Ismea, da destinare con corsia preferenziale ai giovani. La “Banca” può costituire uno strumento fondamentale per rispondere alla crescente richiesta di terreni. Dobbiamo stimolare sempre di più l’aumento delle nostre produzioni, permettendo, contemporaneamente, alle nuove generazioni di poter avere un nuovo e ulteriore accesso semplificato alla terra e al credito. Il Governo ha messo in campo strumenti utili per gli under 40 come i mutui a tasso zero per gli investimenti, l’aumento del 25% degli aiuti europei e, con l’ultima Legge di Bilancio, l’esenzione totale dal pagamento dei contributi previdenziali per i primi tre anni di attività a carico delle nuove imprese dalle nuove generazioni”. Il provvedimento riguarda anche la provincia di Cuneo, anche se attualmente nella provincia di Cuneo non sono ancora presenti terreni segnalati, e in Piemonte per ora ci sono sono terreni ad Asti e Alessandria.“Anche da noi sono molte le terre pubbliche oggi incolte. So bene che stanno nascendo importanti iniziative per attivare associazioni fondiarie in diversi territori della provincia, anche a seguito di un’ottima legge regionale approvata grazie all’impegno dell’assessore Valmaggia. Oggi si apre una nuova possibilità: le pubbliche amministrazioni si possono convenzionare con Ismea per mettere a disposizione terreni da dismettere. È una occasione che spero in molti coglieranno”.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.