La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 13 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Le castagne di Venasca nei panettoni della Sicilia

La Guida - Le castagne di Venasca nei panettoni della Sicilia

Venasca – La nota pasticceria Fiasconaro di Castelbuono in Sicilia utilizzerà per i suoi dolci le castagne che nascono ai piedi del Monviso. Lo ha annunciato Nicola Fiasconaro incontrando in Sicilia il sindaco di Venasca Silvano Dovetta, con alcuni amministratori comunali, insieme al ministro per la Montagna Enrico Costa, l’assessore regionale all’Agricoltura Giorgio Ferrero, il presidente Uncem Lido Riba. All’incontro hanno preso parte anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’assessore all’Agricoltura della Regione Sicilia Antonello Cracolici e i vertici dell’impresa artigianale che ha sede nel borgo delle Madonie. Un incontro a pochi mesi dalla visita a Venasca di Nicola Fiasconaro (l’azienda è attiva da 60 anni con produzioni dolciarie che dalla Sicilia vengono portate in tutt’Italia e in Europa)  in occasione dell’inaugurazione dell’area artigianale, quando il sindaco gli ha proposto di aprire un laboratorio capace di utilizzare iprodotti piemontesi, come castagne e nocciole, creando un prodotto “di montagna” esclusivo con un forte legame con la Sicilia. Silvano Dovetta: “Fiasconaro ha subito dimostrato una forte attenzione alla nostra realtà e oggi con questa visita possiamo avviare un lavoro importante sulla filiera della castagna. Abbiamo ottimi frutti ma manca la capacità di trasformare. Faremo sicuramente dei passi in avanti”. L’assessore regionale Ferrero: “Qui c’è in gioco l’Italia, l’eccellenza agroalimentare, i legami produttivi tra le Regioni”. Dal ministro Enrico Costa, l’impegno per la tutela e lo sviluppo delle aree periferiche: “Lo Stato deve aiutare le zone montane a crescere e anche per questo ho scelto di utilizzare il fondo nazionale per la montagna in favore delle zone a forte rischio desertificazione commerciale”. Dal sindaco di Palermo Orlando, una spinta all’alleanza Venasca-Castelbuono, “all’insegna dell’autostima, della consapevolezza della bellezza degli altri. Questa autostima costruisce il sistema-Italia”. Il presidente della Camera di Commercio di Cuneo, Ferruccio Dardanello, ha lanciato, oltre al “patto della Bagna caoda”, il “patto della castagna”, incentrato sulla rotta aeroportuale Cuneo-Levaldigi –  Trapani. Lido Riba: “Con la visita in Sicila abbiamo fatto un passo in avanti nella costruzione della filiera del castagno. Abbiamo in Piemonte il prodotto migliore al mondo, abbiamo produzioni di alta qualità in 10mila ettari di castagneti da frutto. Ci manca la trasformazione. Ne parleremo anche a Torino il 7 aprile, in un’iniziativa pubblica incentrata sull’agricoltura e sul ruolo delle filiere per far crescere i prodotti delle Terre alte”.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.