La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 20 maggio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il consiglio provinciale si riunisce per contare i danni del maltempo

La Guida - Il consiglio provinciale si riunisce per contare i danni del maltempo

Cuneo – Consiglio provinciale convocato per la tarda mattinata di oggi, sabato 26 alle 12, per affrontare la situazione del maltempo in Granda e fare il punto sugli interventi necessari. Ecco la nota diffusa ieri sera dalla Provincia (nella foto, un tratto del Tanaro a Ceva).“Il forte maltempo che ha flagellato la Granda in questi giorni e che sta lentamente rientrando ha lasciato dietro di sé gravi danni materiali senza causare, fortunatamente, danni alle persone. Un risultato che deriva anche dall’esperienza legata all’alluvione 1994 e dai lavori realizzati, peraltro mai sufficienti di fronte ai grandi eventi atmosferici. Questa notte (tra giovedì e venerdì), oltre alla zona del Tanaro e alle Langhe, i nubifragi anche colpito anche il saluzzese e la valle Po. La situazione è in generale miglioramento, ma permangono criticità legate al transito delle piene sui corsi d’acqua.Il presidente della Provincia, Federico Borgna, ha convocato un consiglio provinciale d’urgenza per sabato 26 novembre alle 12 in Provincia (Sala Giolitti) a Cuneo dedicato alla situazione causata dagli eventi alluvionali in corso e alle determinazioni conseguenti poiché l’allerta continua. L’emergenza nel cuneese è stata monitorata anche per tutta la notte in Provincia nella sala operativa della Protezione civile e della Prefettura, aperta da mercoledì.I danni registrati al momento sono importanti, soprattutto nel monregalese e in alta val Tanaro. A Ceva e Garessio il fiume Tanaro in piena ha causato il crollo di alcuni tratti di strada, ancora isolati i comuni di Bossea e Corsaglia e Corsagliola. Problemi di viabilità anche sulla fondovalle Casotto, dalla strada per Viola, Garessio, San Giacomo e Roburent.  Danni alle infrastrutture anche a Nucetto, Clavesana, Carrù, Farigliano, Bastia, Priola, Bagnasco, Nucetto, Saliceto, Cortemilia, Torre Bormida, Camerana, Monesiglio. In alta Langa c’è il rischio frane e alcune strade sono state chiuse per smottamenti, allagamenti causati dal torrente Belbo, detriti in movimento e micro frane.Nel saluzzese si sono verificati allagamenti a Moretta, Barge e Revello, dove Po e Ghiandone sono usciti dagli argini, oltreché a Rifreddo, Paesana, Faule, Cardè. Si è aperta una voragine sul ponte della provinciale in località Pesci vivi, sulla ex statale Laghi di Avigliana. Frane e smottamenti sono segnalati anche a Bagnolo Piemonte, Oncino, Crissolo, Sanfront. Oggi le scuole sono rimaste chiuse in molte città. Secondo le previsioni meteo, miglioramento dal pomeriggio grazie a freddo e neve in quota”.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.