La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 20 agosto 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il Tanaro scende ma la Fondovalle rimane chiusa

La Guida - Il Tanaro scende ma la Fondovalle rimane chiusa

La furia del Tanaro va spegnendosi lentamente lasciando dietro di sé un bollettino di guerra. L’allarme idrogeologico sta rientrando mano a mano anche se rimangono i disagi per la chiusura della Fondovalle Tanaro e di alcuni ponti. A Dogliani, registrata frana in frazione Martina, sistemata nella mattinata di venerdì. Dichiarata impraticabile la Caragna che da Piancerretto si congiunge con frazione Viaiano nel Comune di Farigliano. “La prevenzione di pulizia dell’alveo del Rea del mese scorso – dice Gianni Picco, coordinatore Protezione Civile doglianese – ha sortito il suo effetto. Grazie all’aiuto di una ventina di volontari siamo riusciti a monitorare il territori giorno e notte e alcuni di noi sono andati in aiuto nei Comuni limitrofi”. A Farigliano si prevede l’apertura del ponte sul Tanaro che attraversa il paese in giornata. Diverse le famiglie sfollate sia in località Cantonata che nella frazione più colpita, quella di Viaiano. Compromessi noccioleti e campi di grano. “Il ponte d’ingresso al paese – dice il sindaco Mirko Spinardi – dopo l’alluvione del ’94, è stato rifatto prevedendo un’arcata in più e questo ha permesso di contenere il passaggio dell’acqua. L’aggiunta di una corretta pulizia dei mesi scorsi, ha fatto defluire il corso senza pericolose ostruzioni”. Oltre 160 le persone fatte allontanare prima della piena dalle loro abitazioni a Clavesana per paura dell’esondazione del Tanaro. Anche qui una settantina di loro ha trovato riparo nella sala polivalente mentre gli altri da conoscenti. Per ora si stanno ripulendo le numerose cantine e case allagate in attesa di far rientrare l’emergenza e contare i danni. Il lavoro da svolgere è ingente per i 24 volontari e per questo saranno inviate altre squadre in aiuto. A Carrù, non sono ancora rientrate le famiglie residenti in frazione Reculata attualmente ancora ospiti. Nella notte, chiuse 3 strade comunali (Cagnalupa, Traversa Calleri e via Vecchia Bene Vagienna), in quanto le bealere che vi scorrono non hanno retto, l’esondazione è salita di 20 cm. Danni seri all’area sportiva del Circolo Acli di Bastia Mondovì totalmente allagato. Il deflusso del fiume sta facendo emergere le problematiche che si dovranno affrontare. Strade comunali dissestate e chiuse come la Braia e la vecchia via che porta a Mondovì invase da 20 cm di fango rimosse già in mattinata dalla Protezione Civile. Il ponte dell’area artigianale sulla provinciale è stato riaperto stamattina. Anche qui una decina di nuclei familiari sono stati fatti evacuare, una parte ha trovato sistemazioni autonomamente l’altra è stata accolta nel B&B San Fiorenzo nella parte alta del paese, oggi il ritorno nelle loro case.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.