La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 16 novembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

L’universo magico e immaginifico di Luzzati al Filatoio

La Guida - L’universo magico e immaginifico di Luzzati al Filatoio

Caraglio – Il secentesco Filatoio caragliese torna ad ospitare una mostra di rilievo nazionale e spalanca in queste settimane i battenti ai visitatori per una grande esposizione dedicata allo scenografo ed illustratore genovese Emanuele Luzzati.Straordinario interprete dell’arte contemporanea e di una cultura figurativa colta, capace di utilizzare con maestria ogni tipo di materiale, Luzzati è stato uno degli artisti più amati ed ammirati del nostro tempo, dotato di uno stile personalissimo, ricco di fantasia e di surrealismo.Curata da Roberta Orsi Landini e da Bruna Niccoli ed organizzata dalla Fondazione Filatoio Rosso in collaborazione con la Fondazione Cerratelli e il Museo Luzzati di Genova, la rassegna caragliese riunisce oltre cento opere del maestro, organizzate in tre sezioni: la prima focalizzata su uno degli ambienti più tipici delle fiabe, la sala del trono, con i suoi personaggi simbolo (re, regine, principi, principesse e cavalieri), la seconda incentrata su magia, feste e animali, la terza su incantesimi, orchi e streghe. Non manca un settore dedicato a studi preparatori, bozzetti, collage, patchwork, con alcuni esemplari rari come gli originali delle Fiabe Scelte dei Fratelli Grimm e costumi di scena. Con l’intento di valorizzare l’esposizione e di trasformare l’esperienza di visita in un momento di grande impatto emotivo, sono stati organizzati alcuni eventi collaterali. Il primo appuntamento in cartellone è fissato per sabato 5 novembre alle 20.30, con “Le favole della buona notte”, uno spettacolo di letture drammatizzate a cura di Giulia Brenna e Oscar Ramero dell’associazione culturale “Mangiatori di Nuvole”, ispirate alle favole raccontate nelle sale del Filatoio attraverso i costumi e le opere di Luzzati. Sabato 12 novembre alle 21 è in programma “Opera X 5”, un concerto per quintetto di fiati con musiche di Rossini, Mozart e Bizet, a cura dell’Orchestra Bartolomeo Bruni. Domenica 20 novembre alle 15, in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, si tiene una giornata di laboratori e di esperienze musicali, rivolti a bambini e ragazzi, per conoscere i segni e i sogni del grande illustratore. Giovedì 8 dicembre, dalle 15, visita guidata teatrale a cura dell’associazione “Mangiatori di nuvole”. Domenica 18 dicembre, alle 15,30 si replicano “Le favole della merenda”, a cura dell’associazione “Mangiatori di nuvole”. Lunedì 26 dicembre, dalle 15, l’Orchestra Bartolomeo Bruni propone “Una matita all’opera”: le celebri animazioni di Luzzati su musiche di Rossini. Giovedì 5 gennaio e domenica 19 febbraio, dalle 15, visita guidata teatrale a cura dell’associazione “Mangiatori di nuvole”. Sabato 21 gennaio, alle 20,30 va in scena lo spettacolo teatrale “Cenerentola al Filatoio". Venerdì 3 febbraio, alle 21 l’Orchestra Bartolomeo Bruni presenta “Il Filatoio si dà arie”, recital per voci e pianoforte sulle più celebri note del repertorio operistico illustrato da Luzzati.Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.La mostra “Gli incantesimi di Emanuele Luzzati” sarà visitabile fino a domenica 26 febbraio 2017, dal giovedì al sabato dalle 14,30 alle 19, la domenica e i festivi dalle 10 alle 19. Il costo del biglietto è di 8 euro (5 euro ridotto).

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.