La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 20 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Non c’è diffamazione da parte di Falco

La Guida - Non c’è diffamazione da parte di Falco

Cuneo – L’ex presidente della Fondazione Crc non ha offeso l’ex responsabile della comunicazione della Fondazione stessa. Il gip Paola Rigonat del Tribunale di Torino ha archiviato la denuncia fatta da Carlo Benigni, come presidente dell’associazione "Gruppo 19 marzo" nei confronti di Ezio Falco e dell’ex direttore de La Stampa Mario Calabresi, per diffamazione a mezza stampa. La denuncia era stata fatta dopo l’uscita di un articolo del 22 giugno 2016 dal titolo “Una poderosa macchina del fango" dove Falco commentava il pronunciamento del Ministero dell’Economia e delle Finanze alle interpellanze dell’allora senatore Giuseppe Menardi, e definiva l’associazione una "banda" che aveva messo “in moto una poderosa macchina del fango" nei suoi confronti. Il gip defisce i toni di Falco "forti" ma non offensivi e il pezzo de La Stampa non diffamatorio.Di seguito la lettera inviata da Ezio Falco a commento della vicenda  Gentile Direttore, il 26 settembre us il GIP del tribunale di Torino ha archiviato la denuncia che il dott. Benigni (per anni responsabile della comunicazione della Fondazione CRC e della BRE Banca) aveva sporto nei miei confronti a settembre 2012 per un mio articolo, firmato come Presidente della Fondazione e pubblicato da La Stampa il 22 giugno 2012 . In esso prendevo atto con soddisfazione del pronunciamento del MEF a riguardo delle varie interrogazioni che un ex senatore-sindaco mi aveva riservato per anni (e che proseguì , con un ardore degno di miglior causa). La querela faceva parte di una strategia che un gruppetto di “vedovi del potere” e di “settari giacobini” hanno per anni portato avanti contro di me , cercando di influenzare l’opinione pubblica condotta facilmente a concludere che “tanto sono tutti uguali”. Il loro disegno si è infranto contro la realtà dei fatti ; il loro assioma mai è diventato teorema , meno che mai dimostrato. La richiesta di archiviazione del PM , confermata dal GIP  , cita testualmente : “La condotta di Falco , seppure caratterizzata da toni forti , non pare tuttavia integrare la fattispecie ipotizzata (ndr diffamazione) , attesa da un lato la assenza di una sostanziale offensività , dall’altro la riconducibilità di essa ad un contesto conflittuale (ndr da me subito) di indubbia rilevanza sociale giunto ad esasperazione.”Il PM ha ben compreso il contesto e lo stato d’animo di chi per anni è stato sottoposto ad una vera e propria persecuzione. Ezio Falco presidente della Fondazione Crc 2006-2016

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.