La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 17 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Ancora truffe e furti agli anziani, sei casi in Granda

La Guida - Ancora truffe e furti agli anziani, sei casi in Granda

Cuneo – Fenomeno senza sosta, per certi versi anche un allarme sociale: in questi giorni sono stati almeno sei i casi di interventi truffe e furti ad anziani, in diverse zone della Granda, in cui sono intervenuti i Carabinieri. Due fatti a Cuneo: a un pensionato 91enne sono stati portati via 3.000 euro da un sedicente avvocato, dopo che un falso maresciallo dei Carabinieri aveva telefonato dicendo che il figlio era trattenuto in caserma per aver causato un grave incidente stradale; una vedova 90enne è stata invece fermata per strada da una signora che, con modi distinti, ha chiesto di cambiare banconote e, in un attimo di distrazione della vittima, le ha portato via mille euro dalla borsa ed è scappata a piedi. Un episodio di falso incidente è stato registrato anche a Bra, mentre gli altri tre casi rispecchiano un modo di fare ricorrente ma purtroppo efficace dei malviventi. A Mondovì una vedova di 87 anni è stata raggirata da un falso Carabiniere, con tanto di tesserino contraffatto, che si è presentato a casa e le ha portato via gioielli in oro. A Dogliani due finti tecnici dell’acquedotto sono riusciti a entrare nella casa di una 70enne e a farle credere che l’acqua del rubinetto era contaminata da mercurio e che doveva mettere in salvo i preziosi, che le sono stati portati via. A Priocca, infine, un pensionato 90enne è stato raggirato da una giovane donna che, fingendosi amica della nipote, si è fatta dare dall’anziano 400 euro per un presunto prestito che la parente non avrebbe onorato.I Carabinieri invitano alla massima prudenza, a non lasciar entrare in casa nessuno e per nessun motivo, chiamando subito i numeri di pronto intervento (il 112 per i Carabinieri, il 113 per la Polizia), per evitare questi episodi particolarmente esecrabili di truffe e furti a persone anziane. Inoltre, nella prima metà di quest’anno, i Carabinieri hanno già incontrato, in vari Comuni della Granda, 5.000 anziani per dare consigli contro questi reati.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.