La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 16 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Brebanca San Bernardo ingrana la quarta

La Guida - Brebanca San Bernardo ingrana la quarta

Cuneo – Aggiunge un altro tassello vincente alla propria collezione di vittorie la Brebanca San Bernardo Cuneo vincendo per 3 set a 0 contro la Unendo Yamamay di Busto Arsizio. La sfida giocata questa sera al PalaBrebanca di San Racco Castagnaretta, ha visto al cospetto delle biancorosse la giovane squadra lombarda, composta da giocatrici delle categorie under 16 e under 18. Una vittoria piena per le cuneesi che conquistano così i tre punti e si confermano al secondo posto della classifica generale, mantenendo il passo non solo della capolista Lodi, ma del gruppo di testa. La Brebanca San Bernardo è scesa in campo con Torchio palleggiatrice, Bertiglia opposto, Baiocco e Borgna schiacciatrici, Aliberti e Millesimo centrali, libero Brero. Dall’altra parte del campo hanno preso posto la palleggiatrice e capitano Mazzotti, Cicolini opposto, Varone e Peruzzo schiacciatrici, Badini e Sartori centrali, libero Fantini. L’equilibrio tra i due sestetti è durato una manciata di azioni, poi le padrone di casa hanno preso il largo. Forti al servizio e con un muro sempre in posizione, le giocatrici di Ebana hanno poco per volta distaccato le avversarie fino a doppiarle nel punteggio al secondo tempo tecnico di sospensione. Sul finale spazio per Brignone e Giometti, entrate rispettivamente al posto di Bertiglia e Borgna. Il muro di Torchio su Varone ha chiuso il parziale fissando il punteggio sul 25 a 14. Squadra che vince non si cambia, così Ebana ha confermato il sestetto del primo set anche in avvio del secondo parziale. La differenza tra le due squadre si è nuovamente evidenziata dopo qualche azione di gioco con le cuneesi padrone del campo e del gioco. A metà frazione, con Cuneo in vantaggio di dieci punti, cambio della diagonale delle schiacciatrici con Gili e Giometti in campo. Brignone ha rilevato Bertiglia e Bonifazi ha dato il cambio a Torchio in cabina di regia. Non è cambiato molto nello sviluppo, la Brebanca ha mantenuto il comando del gioco risolvendo anche il secondo set a proprio favore con il parziale di 25 a 15. Rivoluzione in campo invece nel terzo ed ultimo set. Ebana ha sperimentato schierando Bonifazi in regia, Gili nell’inedito ruolo di opposto, Borgna e Giometti schiacciatrici, Facendola e Millesimo centrali. Rispetto ai precedenti parziali, l’ultimo è stato il più combattuto. Soprattutto nella prima metà quando la Brebanca è stata maggiormente impegnata a trovare il proprio equilibrio che a contenere l’offensiva della Yamamay. Registrate le prime incertezze e incomprensioni, Cuneo ha ancora una volta guidato il gioco strappando il successo finale. L’attacco di Diana Giometti ha chiuso le ostilità fissando il punteggio del terzo set sul 25 a 16.Sabato prossimo la Brebanca San Bernardo affronterà in trasferta a partire alle ore 17 la Igor Volley Novara. BRE BANCA SAN BERNARDO CUNEO 3 UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 0 (25-14, 25-15, 25-16) Bre Banca Cuneo: Baiocco 3, Torchio 6, Millesimo 10, Bertiglia 6, Borgna 9, Aliberti 9, Brero (L); Giometti 1, Brignone, Facendola 6, Gili 3, Bonifazi. Allenatore: Ebana Unendo Yamamay Busto: Cicolini 6, Varone 3, Peruzzo 11, Sartori 5, Badini 4, Mazzotti, Fantini (L); Lualdi, Colomano, Belli, Bellanga, Pernozzoli,Allenatore: Lucchini

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.