La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 16 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Coach Ebana: “Che bello giocare davanti a un pubblico da brividi”

La Guida - Coach Ebana: “Che bello giocare davanti a un pubblico da brividi”

CUNEO – Domenica a Milano tornerà in campo la Brebanca San Bernardo Cuneo per iniziare il girone di ritorno del campionato di serie B1 femminile, contro la Pro Patri. Al termine delle prime tredici giornate del torneo nazionale, la formazione biancorosso veleggia al secondo posto. Una posizione di classifica eccellente, seppur viziata dall’ultima sconfitta subita contro Lodi che ha tolto il primato alle cuneesi consegnandolo alle giocatrici lombarde. La Brebanca ha mantenuto la leadership per dodici giornate consecutive, dimostrando, oltre al proprio valore, di poter “reggere” la prima posizione.“Per noi è stato un girone più che positivo – racconta il tecnico cuneese Andrea Ebana – Si tratta di un campionato molto interessante e livellato verso l’alto rispetto al passato, che da una parte è un bene per tutto il movimento, ma dall’altro richiede una capacità di tenere sempre ritmi molto alti. Il bagaglio che ci portiamo è proprio questo, aver capito che le gare sono lo specchio degli allenamenti. Il girone d’andata ci ha detto che potremo dir la nostra con tutti, ma solo se continueremo ad allenarci così”.Il mercato. Il progetto del volley femminile cuneese è ambizioso. La squadra ed il team sono stati creati per raggiungere o comunque provare ad inseguire fino alla fine traguardi importanti. Nel corso della sessione invernale di mercato sono state fatte alcune scelte importanti. La partenza di Martina Delfino, che vestirà la maglia di Altino Chieti in serie B2, ha aperto le porte a Eleonora Gili. Da questa settimana si è unita al gruppo anche Diana Giometti, schiacciatrice romana, classe 1996, proveniente dalla Riviera Volley di Rimini che per motivi economici ha ritirato la squadra dalla serie B1 al termine del girone di andata.“Penso che sia normale che si effettuino ritocchi a gennaio per migliorarsi –continua coach Ebana- è quello che abbiamo cercato di fare anche noi e sono molto felice del nostro mercato, sia in entrata sia in uscita, perché dopo queste operazioni posso allenare 12 giocatrici che si allenano con grande serietà e dedizione. La giocatrice romana, pur essendo del ’96, può vantare già un ottimo inizio di carriera sia nel volley, da quattro stagioni in serie B, che nel beach volley, dove nel 2014 ha vinto lo scudetto under 19 e ha rappresentato l’Italia nei Campionati del mondo under 19 in Portogallo nel 2014”.Il pubblico. L’entusiasmo e l’interesse verso questa squadra è andato via via crescendo durante la stagione, riportando la tifoseria organizzata in curva e riempiendo sempre più posti al PalaBrebanca: “Per me è un onore aver riportato così tanta gente al PalaBreBanca -dichiara ancora l’allenatore biancorosso- Dall’inizio avevo detto alla squadra che uno dei nostri obiettivi, niente affatto collaterale, era riportare la gente di Cuneo al suo posto, cioè il Palazzetto dello Sport, a vedere la pallavolo; un tifoso torna al palasport la domenica dopo i fasti della A1M per vedere una partita di B1F solo se c’è qualcosa che lo riporta ad appassionarsi. Quel qualcosa doveva essere il nostro spirito, il nostro atteggiamento, e sono felice di constatare che la squadra lo ha capito ed è scattata questa scintilla, questa chimica con la città di Cuneo, arrivando ad un dato come quello di domenica che mette i brividi, 1200 presenze per una gara di B1 femminile è astronomico, ed è un segno dell’importanza che stiamo assumendo con il lavoro e la serietà. Quell’atteggiamento battagliero è un atto di rispetto verso il posto in cui si gioca, verso la maglia, molto più grande di tante dichiarazioni di facciata sui giornali: è quello spirito che porta la gente al Palasport, e come squadra sappiamo che se vorremo continuare a giocare davanti ad un pubblico da brividi, non dovremo smettere di averlo”.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.